Migranti, povertà educativa e famiglia: lavori in corso

Il lockdown e l’emergenza non hanno fermato i lavori della Fondazione Nazionale degli Assistenti sociali che prosegue nell’opera di proposta, studio e aiuto.

Lavori in corso, dunque, su temi e progetti importanti

Immigrazione:

  • per il progetto Co.EFFICIENTI stiamo procedendo alla selezione degli assistenti sociali coordinatore d’area per l’inclusione dei cittadini di Paesi Terzi;
  • stiamo iniziando le attività del progetto di prevenzione e contrasto al caporalato- che ha avuto i finanziamenti del Fondo Asilo, Migrazione e Integrazione 2014-2020 (FAMI) – per l’integrazione socio lavorativa e per prevenire e contrastare il caporalato. Si tratta della realizzazione di una dinamica rete di sportelli nell’Agro Pontino e a Roma per orientare e offrire alternative sostenibili al lavoro irregolare e contrastare il fenomeno dello sfruttamento in agricoltura di cittadini di paesi terzi;
  • a Palermo, stiamo definendo il progetto esecutivo di S.U.P.P.O.R.T. – Sistema Unico della Prefettura di Palermo per l’Organizzazione delle Reti dei cittadini stranieri nel Territorio, – presentato da Fondazione San Giovanni Battista come capofila.

Povertà educativa: sul contrasto alla povertà educativa di minori vulnerabili, abbiamo presentato – con “Con I Bambini Impresa sociale” che gestisce fondi pubblici e privati per il contrasto alla povertà educativa – un progetto per la presa in carico degli orfani minori delle donne vittime di femminicidio.

Famiglia: per finire siamo in corsa al Dipartimento Famiglia del Consiglio dei Ministri per un progetto che mette a punto iniziative di contrasto alle nuove forme di cyberbullismo.

Fondazione Nazionale Assistenti Sociali